Figli di nessuno

Sono i circa 35mila bambini che vivono nelle case famiglia o nelle comunità destinate ai minori.

Allo stato dei fatti non c’ è un computo preciso di quanti piccoli, su tutto il territorio nazionale, siano effettivamente ospiti delle strutture. Sono i figli di nessuno, quelli abbandonati dai genitori e presi in carico dallo Stato, o quelli allontanati dalla famiglia d’ origine con una decisione del Tribunale.

Sulla loro pelle, però, passano scartoffie e carte bollate, incertezze normative e vuoti istituzionali, giri d’affari impressionanti e gestioni poco trasparenti. Basti pensare che il business di questa assistenza vale all’ anno più di 1 miliardo di euro.