Genitorialità Alternativa

«La società e i poteri pubblici hanno il dovere di aver cura particolare dei fanciulli senza famiglia o di quelli che non hanno sufficienti mezzi di sussistenza»

(VI principio Dichiarazione dei diritti del fanciullo ONU 1959)

Dal 2003, il numero di minori adottabili in Italia è rimasto superiore persino a quello delle adozioni giunte a compimento.
Il gap nel 2014 è arrivato a quota 325 unità.
Non solo ci sono più richieste che bambini da adottare, ma ci sono addirittura bambini adottabili che non vengono adottati.
Sempre troppo poco spazio viene dato agli affidamenti.
Si tratta di adozioni della durata di almeno un anno, sono decise dal Tribunale per i minorenni durante il procedimento di adozione e sono dei periodi propedeutici all’adozione vera e propria.
Il dato degli affidi di questo tipo è in forte calo rispetto agli anni precedenti: nel 2013, infatti, gli affidi furono 1.126, nel 2012 furono 957 e nel 2011 furono 965.
Vite Dimenticate vuole offrire maggiore snellezza nelle procedure di Affido, predisponendo appositi corsi per famiglie, sostenendole nel percorso verso una Genitorialità Alternativa.